Ospedali Regionali
Torna a Ospedali Regionali News

Fecondazione eterologa, le prime linee guida italiane


E' in corso a Monaco il 30° meeting annuale Eshre 2014 (29 giugno - 2 luglio), dove si stanno incontrando gli esperti per elaborare le prime linee guida italiane per la fecondazione eterologa.

 

Questo tipo di fecondazione è quella che prevede la donazione di gameti estranei alla coppia, ovociti o spermatozoi.

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale 162/2014, in cui è stato dichiarato costituzionalmente illegittimo il divieto di fecondazione eterologa imposto dalla legge 40, si apettano delle indicazioni ben precise su come procedere.

Al momento in Italia è garantito il diritto di anonimato del donatore e  le linee guida prevedono anche un counseling psicologico sia per chi dona che per chi riceve. Mentre il limite di età non può essere stabilito dalle linee guida ma, semmai, dal Parlamento, anche se, dal punto di vista medico, sarà sconsigliato superare i 50 anni di età.

Per quanto riguarda il rimborso delle spese, in Spagna la legge prevede la somma di €1.000,00 per quelle persone che donano i propri ovociti o spermatozoi, con un tetto massimo  di 6 cicli. In Italia, invece, il decreto Bindi prevede l'assoluta gratuità della donazione.

In tale contesto, si attendono, quindi, le linee guida che difiniscano l'iter medico e gli aspetti etici e politici.