Ospedali Regionali
Torna a Ospedali Regionali News

Poliomielite, il Ministero della Salute aggiorna le raccomandazioni

Il 5 maggio scorso, a seguito della straordinaria diffusione del virus polio registrata nel 2014, il Direttore Generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ha dichiarato un'emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale.

La decisione, presa dopo la valutazione del Comitato di emergenza il 28 aprile 2014, è stata unanime e rappresenta il massimo livello di allarme sanitario possibile.

L'allarme è stato dato per la continua esportazione di casi di polio da Paesi ancora endemici, come: Asia centrale (dal Pakistan all'Afghanistan), Medio Oriente (dalla Siria all'Iraq) e in Africa centrale (dal Camerun alla Guinea equatoriale), a Paesi vicini.

Questi Paesi, per limitare la diffusione dell'epidemia, si sono dovuti attenere a delle regole, quali:

Si tratta, insomma, di misure estreme che potrebbero dare una svolta finale al programma di eradicamento della polio che, di fatto, negli ultimi tre anni è rallentato.

Nel nostro caso, la prevenzione contro l'importazione di virus polio sta nel mantenimento di un tasso di copertura vaccinale alto, che nel nostro Paese è più del 95%, e nel rafforzamento del sistema di sorveglianza dei singoli paesi.