Ospedali Regionali
Torna a Ospedali Regionali News

Rischi per la salute connessi all'esplorazione e sfruttamento di petrolio e gas nell'UE: la Commissione avvia una consultazione pubblica per un parere preliminare

Il 22 marzo scorso la Commissione Europea ed il suo comitato scientifico sui rischi sanitari, ambientali e rischi emergenti (SCHEER), hanno presentato un parere preliminare sull'impatto sulla salute pubblica e sui rischi derivanti dall’esplorazione e sfruttamento di petrolio e gas nell'UE. Fino al 6 maggio prossimo è aperta on-line, agli interessati, la raccolta dei commenti sulle prove scientifiche in merito sul sito web della Commissione Europea.

Per il momento è stata fatta una valutazione scientifica limitata sui possibili effetti sulla salute nell’UE, ma è stato stimato che potrebbero esserci più di 1300 sostanze chimiche diverse; le emissioni derivanti dallo sfruttamento di petrolio e gas onshore comprendono biocidi, calcare, inibitori di corrosione, detersivi di ossigeno, tensioattivi e vari idrocarburi come composti organici volatili (COV, come alcuni idrocarburi policiclici aromatici, benzene, toluene ecc.). Alcune di queste sostanze che possono essere rilasciate nell'ambiente a seguito delle operazioni per la ricerca ed estrazione di petrolio e gas, sono sono già riconosciute cancerogene. 

Alcuni di questi fattori ambientali, essendo riconosciuti nocivi, contribuiscono al rischio di malattie croniche, come effetti cardiovascolari o neurologici. Alcuni studi hanno documentato che le esposizioni possono essere più alte nell'esplorazione, rispetto alla fase di estrazione di petrolio e gas.

Pochi studi epidemiologici hanno cercato di approfondire il possibile impatto delle emissioni di esplorazione e sfruttamento di petrolio e di gas a terra per la salute umana; la stragrande maggioranza di questi studi sono stati condotti al di fuori dell'UE, generalmente negli Stati Uniti. Quest studi hanno fatto affidamento a stime di esposizione relativamente grossolane ed indicano che il rischio di alcune forme di cancro e di avversi risultati di nascita possono essere maggiori nelle popolazioni che vivono intorno a siti di ricerca ed estrazione di petrolio e gas a terra. Il livello di evidenza corrispondente è da debole a moderato e, quindi, non possano essere ignorate.

Un'altra possibile conseguenza dell'esplorazione ed estrazione onshore di gas e petrolio si riferisce all'attività sismica, per cui il livello di prove sono da moderate a forti.

Per questi motivi, è stato chiesto allo SCHEER di valutare i rischi per la salute pubblica derivanti dalle attività di esplorazione ed estrazione di petrolio e gas nell'UE e di individuare lacune nelle conoscenze. Nel suo parere preliminare, lo SCHEER conclude che gli studi epidemiologici esistenti forniscono prove da deboli a moderate che questa attività comporti rischi per la popolazione generale. Indicano anche che il rischio di alcuni tumori e di esiti avversi alla nascita può essere aumentato nelle popolazioni che vivono nei siti di esplorazione e sfruttamento di petrolio e gas.

Al fine di colmare le lacune di conoscenza identificate, SCHEER raccomanda quanto segue: