Ospedali Regionali
Torna a Ospedali Regionali News

Salute, innovazioni tecnologiche (parte prima)

Di seguito alcune delle ultime innovazioni tecnologiche che arrivano dal mondo della Salute: giochi per combattere la dipendenza, vaccini a base di seta di ragno e applicazioni per programmare stimolazioni cerebrali. Nella seconda parte di questo articolo ne vedremo altre nell’attesa della Health 2.0’s 12th Annual Fall Conference.

Medtronic – Programmatore clinico di stimolazione cerebrale

MeMedtronic ha ottenuto l'approvazione della FDA e sta rilasciando la sua applicazione per la programmazione di Deep Brain Stimulation (DBS) e Activa Programming. L'app, caricata su un tablet Samsung Galaxy Tab S2, consente a neurologi e neurochirurghi di programmare la stimolazione utilizzando controlli intuitivi.

Una caratteristica significativa della nuova capacità di programmazione è che consentirà ai neurostimolatori ricaricabili di funzionare fino a quindici anni, rispetto all'attuale durata media di nove anni. Ciò ridurrà gli interventi chirurgici sostitutivi, riducendo il costo complessivo della terapia e causando meno disagio per i pazienti.

Resq – Combatte la dipendenza da oppioidi con il gioco

All'inizio di quest'anno alla Health 2.0 WinterTech Conference, la Robert Wood Johnson Foundation (RWJF) e Catalyst @ Health 2.0 hanno lanciato la RWJF Opioid Challenge, un'iniziativa volta a riunire gli innovatori sanitari e tecnologici per risolvere una crescente epidemia di dipendenza negli Stati Uniti. Un gruppo di 19 giudici ha valutato 97 proposte iniziali basate sull'innovazione, la scalabilità, la progettazione e l'intuitività complessive della soluzione, con il risultato di cinque semifinalisti: Resilience IQ (ResQ) - Ehi, Charlie - Luceo / Canary App – Sober Grid – Hash Tag

La preparazione per la fase 2 della competizione è in corso per le presentazioni finali previste per il 21 giugno p.v.. I tre finalisti saranno invitati a partecipare alla Health 2.0’s 12th Annual Fall Conference, che quest'anno si terrà dal 16 al 19 settembre a Santa Clara – Stati Uniti, dove verrà annunciato il vincitore. Il primo premio in denaro è di $ 50.000.

Un esempio di queste applicazioni arriva da Data Cubed, società tecnologica, che ha sviluppato l'app mobile ResQ. Gli strumenti di salute digitale dell'azienda evidenziano il potenziale della tecnologia dei videogiochi per raggiungere elevati livelli di coinvolgimento dei pazienti, portando a risultati clinici migliori. Per iniziare questa sorta di gioco il paziente deve creare un avatar che rappresenta il suo carattere in-app. L'impegno regolare si presenta sotto forma di giochi e sondaggi che premiano attraverso punti, e rappresentano il progresso verso obiettivi a breve e lungo termine. Oltre al coinvolgimento dei pazienti, ResQ crea anche opportunità per la rete di supporto di familiari e amici del paziente che ricevono aggiornamenti e notifiche sui progressi della persona attraverso il programma.

Un nuovo tipo di vaccino a base di seta di ragno

Incapsulando un vaccino in una microparticella di seta di ragno, i ricercatori svizzeri e tedeschi hanno scoperto una nuova tecnica che aiuterà a combattere il cancro e alcune malattie infettive.

Per combattere il cancro, i ricercatori usano sempre più vaccini che stimolano il sistema immunitario a identificare e distruggere le cellule tumorali. Tuttavia, la risposta immunitaria desiderata non è sempre garantita. Al fine di rafforzare l'efficacia dei vaccini sul sistema immunitario - e in particolare sui linfociti T, specializzati nella rilevazione di cellule tumorali - ricercatori delle università di Ginevra (UNIGE), Friburgo (UNIFR), Monaco e Bayreuth, in collaborazione con la società tedesca AMSilk, hanno sviluppato microcapsule di seta di ragno in grado di fornire il vaccino direttamente nel cuore delle cellule immunitarie. Questo processo, pubblicato sulla rivista Biomaterials, potrebbe anche essere applicato a vaccini preventivi per la protezione contro le malattie infettive e costituisce un passo importante verso vaccini che sono stabili, facili da usare e resistenti alle condizioni di conservazione più estreme.

Il nostro sistema immunitario è in gran parte basato su due tipi di cellule: linfociti B, che producono gli anticorpi necessari per difendersi da varie infezioni e linfociti T. Nel caso del cancro e di alcune malattie infettive come la tubercolosi, i linfociti T devono essere stimolati. Tuttavia, il loro meccanismo di attivazione è più complesso di quello dei linfociti B: per innescare una risposta, è necessario utilizzare un peptide, un piccolo pezzo di proteina che, se iniettato da solo, viene rapidamente degradato dal corpo ancor prima di raggiungere il suo bersaglio.

Gli scienziati hanno utilizzato biopolimeri sintetici in spider-seta: un materiale leggero, biocompatibile e non tossico che è altamente resistente alla degradazione della luce e del calore. Le micro particelle di seta formano una capsula di trasporto che protegge il peptide del vaccino dalla rapida degradazione nel corpo e consegna il peptide al centro delle cellule dei linfonodi, aumentando così notevolmente le risposte immunitarie dei linfociti T.

Le particelle di biopolimeri di seta sintetica dimostrano un'elevata resistenza al calore, resistendo a più di 100 ° C per diverse ore senza danni. Un vantaggio innegabile, specialmente nei paesi in via di sviluppo dove una delle grandi difficoltà è la conservazione dei vaccini. Uno dei limiti di questo processo, tuttavia, è la dimensione delle micro particelle: mentre il concetto è in linea di principio applicabile a qualsiasi peptide, che è abbastanza piccolo da essere incorporato nelle proteine ​​della seta, sono necessarie ulteriori ricerche per vedere se è anche possibile incorporare gli antigeni più grandi usati nei vaccini standard, specialmente contro le malattie virali.